INTERNALIZZAZIONE CALL CENTER INPS: IL TEMPO E’ ORMAI FINITO!!!

Servizi contact center Alitalia/ITA. A rischio l’occupazione di 621 lavoratori di cui 65 operanti in Calabria presso la sede Almaviva di Rende. Slc Cgil Calabria: “Imbarazzante il silenzio delle istituzioni politiche locali e della Regione Calabria sulla vertenza. I temi del lavoro, dell’occupazione, della tutela delle lavoratrici e dei lavoratori lontani dall’agenda politica”
1 Settembre 2021
COMUNICATO SYSTEM HOUSE
15 Settembre 2021

Siamo ormai giunti a settembre, a soli tre mesi dall’annunciata internalizzazione del Call Center INPS, e dobbiamo constatare, con buona pace di qualche portabandiera rassicuratore a prescindere, come non sia arrivata ancora nessuna risposta alle numerose domande che queste Organizzazioni Sindacali hanno posto e continuano a porre da più di un anno:

•quale è il perimetro certo e definito dei lavoratori interessati dal processo di internalizzazione?

•nonostante l’ostinazione con cui l’Istituto continui a ripetere di dover fare la selezione pubblica anziché applicare la clausola sociale, contrariamente a quanto sostenuto, a buon diritto, dalle OO.SS, ad oggi nessuno si è degnato di rivelare come avverrà il processo di selezione, quando verrà pubblicato il bando del concorso, quali saranno le tempistiche del processo selettivo.

•quale sarà il profilo orario dei lavoratori selezionati?

•a che punto è il tavolo di confronto tra le aziende attualmente fornitrici del servizio e INPS? Le lavoratrici ed I lavoratori dovranno aspettarsi la “sorpresa” di una proroga senza aver idea di quale sia la natura di questa interlocuzione? Le lavoratrici ed i lavoratori dovranno aspettarsi la “sorpresa” di una proroga senza aver idea di quale sia la natura di questa interlocuzione? O, come noi riteniamo, la data dell’internalizzazione al 1 gennaio 2022 è inderogabile e il presidente Tridico sarà coerente con le assicurazioni finora fornite in merito?

•quale è il piano industriale di INPS Servizi, la società in house che gestirà direttamente il servizio? Ad oggi, a parte la designazione del CDA non risulta sia accaduto nient’altro, un po’ poco per una società che dovrebbe assumere al 1 gennaio qualche migliaio di persone.

• rimane tutta aperta la vicenda dei lavoratori della commessa Ader.

Al di là della propaganda alla quale abbiamo assistito, e che abbiamo fortemente criticato e denunciato ripetutamente in questi mesi, nulla è stato fatto da INPS e dal suo presidente Tridico per dare finalmente risposte concrete e risolutive agli interrogativi posti dalle Organizzazioni Sindacali.

E nulla si è fatto per ascoltare gli appelli e i suggerimenti che abbiamo proposto ai tavoli che si sono svolti.

Per questi motivi, come preannunciato nella nostra piattaforma rivendicativa di luglio, siamo a proclamare una giornata di sciopero intero turno per tutti i lavoratori adibiti alla commessa INPS sia nell’appalto diretto che nei subappalti per il 14 settembre 2021, con presidio in Piazza Montecitorio dalle ore 9 alle 14.

Il tempo delle attese è infatti ormai finito ed è ora che ognuno si assuma le proprie responsabilità.

Adesso è tempo di smetterla di “raccontare” l’internalizzazione, migliaia di persone pretendono ciò che è stato loro promesso.

Roma, 3 settembre 2021

Le Segreterie Nazionali

Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil