Il giorno 18 Settembre 2020 CGIL – CISL – UIL e scendono in piazza per chiedere maggiori risorse (Recovery Fund) per un Paese moderno ed inclusivo che sia realmente “digitale”!

Cambio di appalto servizi contact center Comune,Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil: le preoccupazioni manifestate sono ora pienamente confermate.
9 Settembre 2020
SOLLECITO richiesta incontro gara Consip servizi di Contact Center e proclamazione SCIOPERO
12 Settembre 2020

Più investimenti pubblici sulle reti di telecomunicazioni per realizzare finalmente il “DIRITTO ALLA
CONNESSIONE” per tutte le cittadine ed i cittadini italiani.
Non è più rinviabile realizzare la digitalizzazione del Paese, azione che passa nell’attivare
significativi investimenti sulle infrastrutture e sulle competenze digitali.
La formazione in questo contesto è un elemento imprescindibile, ottenere una vera formazione
continua, a partire dal mondo del lavoro, che favorisca il superamento del divario culturale e
generazionale è fondamentale.
Contestualmente servono politiche attive nuove ed innovative che determinino il ricambio
generazionale acquisendo quella competenze necessarie per realizzare un percorso così
importante e sfidante.
Rinnovo del contratto delle Telecomunicazioni (TLC):
un Paese moderno, “connesso”, deve dare un riconoscimento economico e professionale alle
decine di migliaia di lavoratrici e lavoratori del comparto perché sono e saranno centrali per il
consolidamento e lo sviluppo dei nuovi “servizi digitali”.
Un settore, quello delle TLC, che si è “oggettivamente” compreso quanto sia stato indispensabile
durante la pandemia e quanto possa essere strategico per la ripartenza e lo sviluppo dell’Italia!
Adesso è il momento per avere riscontri tangibili, a partire dal rinnovo del CCNL delle TLC e alla
messa in campo di grandi investimenti infrastrutturali: azioni essenziali per lo sviluppo economico
e industriale di un grande Paese come l’ITALIA!


Le Segreterie Nazionali
SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL